CALYPSO

Calypso è un modello Union Polaris 36 firmato Robert Perry. Ha una lunghezza di 36 piedi (44 fuori tutto). Ha due vele di prua (cutter rig). La forma della poppa è simile alla prua, cosa che gli inglesi chiamano “double-ender”. È stata costruita (in vetroresina) nel 1984 nel cantiere Union in Taiwan. Pesa 10 tonnellate.

Calypso ha 6 vele: la randa con tre mani di terzaroli, la staysail, lo yankee ed un genoa 150% (che noi chiamiamo “Il diavolo rosso”). Tutte queste vele sono di colore rosso. Le vele di prua hanno l’avvolgifiocco Spintec che adoriamo perchè è robusto e semplice. Quando non c’è abbastanza vento per riempire queste vele, ecco che è il momento di issare il nostro amato gennaker ( Il”Bad Boy”) che continua a sorprenderci ogni volta che ci porta con un vento apparente di 0.0 nodi.

Quando siamo ancorati spesso usiamo una vela piccola che issiamo sullo strallo di poppa e ci aiuta a restare prua al vento.

Quando vinceremo la lotteria ci compreremo una nuova randa, una tormentina a un fiocco 100%.

 

Seppure non amiamo usarlo, anche la nostra barca ha un motore per le emergenze. È un Perkins 4-108 di 50cv.

Tre panelli solari (2x50watt e 1x75watt) e un generatore eolico Fourwinds ci danno tutta l’energia che ci serve. Ne siamo molto soddisfatti, infatti non ci è ancora successo di dover usare il motore per ricaricare le batterie.

Per l’acqua abbiamo un serbatoio di 560 litri ed altri 120 litri in taniche, il che ci basta per oltre 2 mesi. Di solito usiamo circa 7 litri di acqua al giorno, 10 se ci viziamo con una breve doccia ogni giorno. Anche il diesel non è mai un problema visto che il serbatoio è di 300 litri e noi in un anno ne abbiamo usati 226!

Abbiamo tre ancore (Delta, Bruce e Fortress) ed un salpancore che ci salva la schiena.

Il nostro tender è un gommone West Marine con un fuoribordo Mercury 4cv che però non usiamo mai. Preferiamo usare il kayak, che ci aiuta a mantenerci in forma, è più economico, ecologico e silenzioso.

A bordo abbiamo un VHF Standard Horizon, un VHF portatile ed una radio ad onde corte (Icom 710 HF). Il numero della mia licenza è KD0RSM. Abbiamo anche un modem SCS Pactor II per mandare e ricevere email.

Il nostro autopilota è un Simrad Robinson che lavora bene, ma il nostro vero eroe è l’autopilota a vento CapeHorn. È stato un incubo installarlo, ma dobbiamo ammettere che ci ha letteralmente cambiato la vita.

In cambusa abbiamo un frigo a 12V, tre fornelli ed un forno. In inverno ci (mi) piace sfornare pane fresco, pizze, lasagne, biscotti ecc., ma in estate è improponibile per via del caldo, allora preferiamo usare la griglia che è montata sulla poppa.

La stufa a diesel Force 10 è e resterà inusata perchè non abbiamo nessuna intenzione di visitare l’Artico.

La barca effettivamente ha tante cose che noi non troviamo essenziali ma che di certo migliorano la vita a bordo. Noi non le avremmo mai comperate, ma visto che la barca ce le aveva già, ci lasciamo viziare. La mia preferita è il riscaldamento dell’acqua (per una doccia calda dopo una giornata dura), ma anche il radar è un buon compagno di viaggio, per non parlare dell’invertitore di corrente di 2000W che ci permette di usare il frullatore per fare margarite ghiacciate!

       

       

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *